Articoli per il mese gennaio, 2009
30 mila soldati nelle città italiane sono tre volte di quelli impegnati nelle missioni all’estero.

“Vorrei ricordare al presidente del Consiglio che i nostri militari svolgono una preziosissima ed insostituibile funzione nelle missioni all’estero nelle quali sono impegnati, altro che fare la guardia nel deserto dei Tartari! E 30 mila militari, tre volte tanto quelli che sono adesso impegnati in missioni internazionali, per il controllo delle citta’ sarebbe una misura […]

Share
Ministro della Difesa o caporale di giornata?

“Plauso e pieno sostegno al presidente Berlusconi per aver lanciato e illustrato la proposta di voler aumentare progressivamente fino a dieci volte il numero delle pattuglie miste nei quartieri a rischio di un maggior numero possibile di citta’”. Ignazio La Russa dixit. Beh, buona giornata. Tweet This Post

Share
Sulla sicurezza il governo gioca alla guerra.

 « C’è una proposta di Maroni condivisa dal ministro La Russa di aumentare di dieci volte il numero dei militari che invece di essere un esercito che sta a fare la guardia nei confronti del deserto dei Tartari sarà utilizzato per combattere l’esercito del male. Credo che faremo bene a portare avanti questa proposta che […]

Share
La tolleranza zero, il boomerang lanciato in campagna elettorale torna indietro e colpisce in pieno il governo di destra.

Lo sceriffo senza stelladi MARCELLO SORGI da lastampa.it Chissà se il ministro Maroni e il sindaco Alemanno un filo di pentimento non ce l’avranno per il modo in cui finora si sono occupati di sicurezza. Due stupri in due giorni – tre dalla fine dell’anno – nella Capitale non sono solo «fatti gravissimi», come li […]

Share
C’è del marcio in Italia se un quotidiano della Danimarca aveva pubblicato lo scorso dicembre un reportage da Lampedusa, completamente ignorato da quasi tutta la stampa nostrana.

di Mads Frese –  «Information», Copenhagen Sull’isola italiana di Lampedusa c’è un cimitero delle barche. Centinaia di barche da pesca e altre piccole imbarcazioni sono state negli anni trascinate a terra e accatastate le une sulle altre. Le barche sono ancora piene di scarpe, vestiti e bottiglie vuote. Nella parte interna degli scafi sono rimasti […]

Share
La protesta dei migranti si salda alla protesta dei cittadini di Lampedusa. Clamoroso fallimento delle politiche sull’immigrazione del governo.

da repubblica.it Fuga di massa dal centro di prima accoglienza tra gli applausi dei residenti a Lampedusa. Tutti i migranti ospiti del Cpa (Centro di prima accoglienza) poco dopo le 10 hanno forzato i cancelli d’ingresso, sono riusciti ad aggirare i controlli delle forze dell’ordine e sono fuggiti. Oltre mille si sono diretti in corteo […]

Share
Obama non ha usato il web. Non è entrato in rete, ha fatto rete. Obama ha vinto perché ha cambiato il web.

“Il mondo è cambiato e noi dobbiamo cambiare assieme al mondo”, ha dietto Barack Obama. Il fascino che è venuto creandosi attorno alla sua ascesa alla Casa Bianca lascia intendere la voglia di essere immersi in un panorama di innovazioni che potrebbe trasformanre la nostra vita quotidiana e, contemporaneamente, la società globale.  A cominciare dalla […]

Share
Bombe al fosforo, armi a microonde e al plasma? Che armi sono state usate nell’Operazione Piombo Fuso?

di Fernando Termentini – da www.paginedidifesa.it La battaglia a Gaza è terminata ma ancora molte fonti di informazione, ricorrendo anche ad immagini di repertorio degli scontri, ripropongono il problema di armi al fosforo bianco. Munizionamento illuminante al fosforo sicuramente è stato utilizzato nel corso degli scontri, anche bombe d’aereo o proietti di artiglieria pesante, ma […]

Share
La riforma del modello contrattuale: il sindacato deve rappresentare gli interessi dei lavoratori presso le imprese o gli interessi delle imprese presso i lavoratori?

dichiarazione di Fabrizio Tomaselli coordinatore nazionale SdL intercategoriale   La sottoscrizione da parte di Cisl, Uil e Ugl dell’accordo quadro che riforma il modello contrattuale invigore apre un nuovo ciclo nelle relazioni sindacali in questo Paese. L’intesa sancisce il passaggio dalla filosofia “concertativa” che ha caratterizzato l’azione sindacale di Cgil-Cisl e Uil negli ultimi due […]

Share
Crisi dei quotidiani: il piano del NYT è vendere il grattacielo di Piano.

(Fonte: repubblica.it) Il New York Times è con l’acqua alla gola e invece di ipotecare il nuovo grattacelo realizzato da Renzo Piano a fine 2007 (come annunciato ai primi di dicembre) il gruppo ha deciso di fare cassa vendendo la sede. Affossata dal crollo della raccolta pubblicitaria (-21,2% nel solo mese di novembre 2008) il […]

Share
Primo sì del Senato al federalismo: “non è questo il momento adatto per fare un salto nel buio di tale portata.”

IL COMPROMESSO VIRTUOSO di Fabio Scacciavillani da lavoce.info Una politica economica efficace dovrebbe dare un robusto stimolo fiscale oggi, in termini di ammortizzatori sociali e riduzioni di imposte, controbilanciato da risparmi strutturali nel medio periodo. Risultato che si può ottenere aumentando gradualmente l’età pensionabile già dal 2009 e riducendo i privilegi di cui godono ancora […]

Share
” Il web resta ancora confinato a una cassa di risonanza dell’agenda setting dettata da altri media.”

di Francesco De Carlo – Megachip.info A che serve il web? A far circolare le idee, catturare l’attenzione dei consumatori, promuovere beni e servizi, soddisfare le fantasie erotiche di giovani e meno giovani. Tanti modi di utilizzare uno strumento oramai divenuto centrale nelle abitudini dei cittadini di buona parte del pianeta. Ma quali sono i […]

Share
“Un salutare pugno nello stomaco, perché una cosa è leggere frettolosamente un titolo di giornale che ti comunica, mentre bevi il caffé, che 450 bambini sono stati uccisi dagli attacchi in pochi giorni, un’altra è vederli, questi bambini.”

 I NUOVI ITALIANI  di Corrado Giustiniani da ilmessaggero.it   La guerra dei bambini in tv: ha ragione Michele Santoro pubblicato il 19-01-2009 alle 14:03   Non credo di uscire dal seminato de “I nuovi italiani” se dico la mia sulla puntata di Annozero intitolata “La Guerra dei bambini”, che tante polemiche ha suscitato nei confronti del conduttore Michele […]

Share
La Rai condanna “La guerra dei bambini” di Michele Santoro. Ecco la lettera di Santoro al cda della Rai.

* Gentile Presidente, gentili Consiglieri * Non è mia abitudine replicare a chi commenta le nostre trasmissioni e ritengo, anche in questa circostanza, di non rinunciare a questo mio comportamento. Tuttavia nel florilegio di dichiarazioni che hanno fatto seguito ad Annozero, a volte assumendo le forme del linciaggio, sono completamente scomparsi i contenuti del nostro […]

Share
La Rai condanna “La guerra dei bambini” di Michele Santoro.

Per il cda della Rai, la trasmissione di Anno Zero del 15 gennaio sui bombardamenti israeliani a Gaza, che ha già scatenato una furiosa polemica, «ha peccato di intolleranza e faziosità». Come è noto, Lucia Annunziata aveva abbandonato la diretta, accusando Santoro di non fare una trasmissione “equidistante” tra le posizioni filo israeliane e quelle […]

Share
Diamo una mano al quotidiano.

Mentre in Italia è stata annunciata una partership tra il Gruppo Espresso e la Rcs per dare vita a una piattaforma comune per la raccolta pubblicitaria sul web, arriva dagli Usa una brutta notizia per i quotidiani americani.   Google ha deciso di  eliminare, a partire dal prossimo 28 febbraio Print Ads, un programma per […]

Share
“Molti non americani dicevano, un po’ per scherzo, durante la campagna elettorale, che anche gli altri paesi dovevano avere la loro quota di voti elettorali nelle elezioni americane, considerando l’impatto del paese sugli affari mondiali.”

L’inaugurazione di Barack Obama, oltre a molte altre pietre miliari (il primo presidente nero della storia americana) segna anche un evento rivoluzionario nella storia dei media mondiali. Grazie alla Rete, che è entrata nelle vite quotidiane di milioni di persone in tutto il mondo solo negli ultimi anni, e grazie alla centralità assoluta degli Stati […]

Share
“Nella sua autobiografia, egli ricorda i libri che l’hanno marcato, da Shakespeare a Moby Dick a Conrad: specialmente Cuore di Tenebra, «che mi ha insegnato quel che spaventava i bianchi nei neri, e come nasce l’odio».”

Il presidente ragazzo di BARBARA SPINELLI da lastampa.it L’apparizione di Obama, non solo nel paesaggio americano ma nel mondo, conferma qualcosa che ciascuno di noi sa: basta una persona forte, e il paesaggio d’un tratto può cambiare.Una personalità che crede intensamente nel bene comune senza vacillare né badare a interessi particolari può rimettere in moto […]

Share
“La buona notizia, per l’America, è che probabilmente Obama è l’uomo giusto per gestire questo difficilissimo momento: più che un commander-in-chief dovrà essere un persuader-in chief.”

La festa senza festa di Massimo Gaggi da corriere.it   «Che la forza sia con te» gli ha detto, fissandolo negli occhi, il vescovo episcopale T.D. Jakes. Mancavano tre ore al giuramento e le famiglie Obama e Biden, con pochi altri intimi, erano nella chiesetta di St. John, a due passi dalla Casa Bianca, per […]

Share
“….e perché un uomo il cui padre meno di sessanta anni fa non avrebbe neanche potuto essere servito in un ristorante ora può trovarsi di fronte a voi per pronunciare il giuramento più sacro di tutti.”

Barak Obama, Washington, 20 Gennaio 2009 (da repubblica.it) OGGI mi trovo di fronte a voi, umile per il compito che ci aspetta, grato per la fiducia che mi avete accordato, cosciente dei sacrifici compiuti dai nostri avi. Ringrazio il presidente Bush per il servizio reso alla nostra nazione, e per la generosità e la cooperazione […]

Share
I figli e il computer.

L’ansia di apparire fa miracoli, così succede che la tv sforna opinionisti. Tutti sanno tutto su tutto e su tutti.  Stavolta tocca a Claudio Amendola, star de “I Cesaroni”. Che dice: ‘Tutta sta’ gente che chatta e va su Facebook è  demenziale. Se volete parlare con qualcuno andate al bar’. L’attore si è sfogato in […]

Share
Si stava meglio quando si stava peggio?

“La crisi non è così drammatica come tutti vogliono pensare e il meno 2 per cento del Pil previsto significa che torneremo indietro di due anni e due anni fa non stavamo così male”. Berlusconi dixit. Beh, buona giornata. Tweet This Post

Share
Dall’inizio dell’anno 6 “senza tetto” sono morti a Milano. Ecco una ricerca sugli homeless in Italia.

SENZA TETTO, MA NON SENZA SPERANZA di Michela Braga  e Lucia Corno da lavoce.info Il 14 gennaio è stato effettuato a Milano il primo censimento dei senzatetto. La ricerca è stata realizzata grazie alla borsa di studio in ricordo di Riccardo Faini che due anni fa ci lasciava. A lui sono anche dedicati i Dossier […]

Share
Nella Russia del “mio amico Vladimir” si continua impuniti ad ammazzare giornalisti.

Russia e diritti, omissione di soccorso di PAOLO LEPRI da corriere.it Mentre il mondo è giustamente in ansia per le imprese di un eroe di carta—il reporter svedese Mikael Blomkvist, protagonista della Trilogia Millennium, braccato e minacciato dai poteri forti e dai servizi segreti di Stoccolma—c’è un luogo reale, la Russia, dove i giornalisti che […]

Share

Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: