«Gran parte del successo di Berlusconi nasce dalla sua abilità di leggere gli umori del Paese. Ora molti si chiedono se finalmente non abbia fatto un calcolo sbagliato e non stia spingendo troppo in là i tolleranti italiani, e se la sua reputazione di fine carriera non somigli sempre più alla decadenza imperiale del “Satyricon” di Fellini».

Berlusconi, Noemi e la stampa estera. Per il New York Times il Cavaliere è “decadente come Satyricon”. Per il Time l’Italia è il “Berlusconistan”-blitzquotidiano.it
La stampa estera torna a parlare di Berlusconi: a parlare del Presidente del Consiglio, sono questa volta due autorevoli testate americane, il New York Times e il Time. «Gran parte del successo di Berlusconi nasce dalla sua abilità di leggere gli umori del Paese. Ora molti si chiedono se finalmente non abbia fatto un calcolo sbagliato e non stia spingendo troppo in là i tolleranti italiani, e se la sua reputazione di fine carriera non somigli sempre più alla decadenza imperiale del “Satyricon” di Fellini». Questo è ciò che scrive il New York Times, al termine di una dettagliata ricostruzione su tutta la vicenda di Noemi Letizia.

Il Time, dalla penna del suo corrispondente Jeff Israely, parla dell’Italia come del «Berlusconistan», dove «il 72enne maestro dei manipolatori ha innescato un ciclo di notizie che in realtà potrebbe portare alla sua fine politica».

Anche il Christian Scence Monitor si occupa della faccenda. Il giornale americano scrive come «nel mezzo di una crisi economica, l’Italia sembra occuparsi più del presunto affaire del primo ministro con una teenager che del summit del G8 di luglio».

I giornali europei hanno pubblicato molti editoriali sul Cavaliere negli ultimi giorni. Il Guardian inglese collega la vicenda e il comportamento di Berlusconi all’ex premier inglese Tony Blair ed alla moglie Cherie scrivendo che «persino i Blair stanno prendendo le distanze da lui». Cherie parlando del viaggio col marito in Sardegna nel 2004 ospiti del Cavaliere, ha preso «in giro la bandana indossata per coprire quello che lei insiste fosse un trapianto di capelli (nonostante il suo rifiuto di ammetterlo)». (Beh, buona giornata).

Share this nice post:
Share this nice post:
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Share

Rispondi


Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: