Va in scena il dramma padano.

(fonte: repubblica.it)

Nella Lega aria di scontro interno. Ecco tre dichiarazione rese ai media oggi. Come fosse una pièce teatrale, ecco la rappresentazione dello scontro.

FLAVIO TOSI: “Io sono veronese, veneto, padano, italiano, europeo, basta non c’è altro. E’ un argomento che non serve possiamo discutere se la Padania esiste o non esiste, dove inizia o finisce. Possiamo parlare del popolo padano o veneto, siciliano, juventino o milanista. e’ filosofia, ma i problemi del Paese restano. Mi piace stare sulle cose concrete, il federalismo, le riforme. Sul tema Padania si rischia di dividersi e non è il momento”.

ROBERTO CALDEROLI: “E’ contro lo Statuto. Dissento profondamente rispetto alle dichiarazioni odierne rilasciate dal sindaco Flavio Tosi in merito alla Padania e ne sono particolarmente amareggiato. Le stesse dichiarazioni, infatti, contrastano apertamente con le finalità previste dall’articolo 1 del nostro statuto: finalità che Tosi, come vecchio militante, dovrebbe ben conoscere e soprattutto rispettare”.

UMBERTO BOSSI: “Nella Lega ultimamente vedo troppa gente che parla a vanvera, troppa gente… addirittura mi fa passare la voglia di far politica tutta questa gente che parla e parla. La gente ci doveva essere all’inizio a fare la Lega, questa gente non c’era”. (Sipario?). Beh, buona giornata.

Share this nice post:
Share this nice post:
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Share

2 risposte a “Va in scena il dramma padano.”

  1. Fabio ha detto:

    ODDIO! Flavio Tosi incomincia ad essermi simpatico!
    L’Italia ha altri problemi da risolvere ORA!!!

  2. Marco Ferri ha detto:

    Niente paura, passa presto.

Rispondi


Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: