Le macerie del berlusconismo e l’Italia in piena crisi: siamo un popolo di sadomasochisti?

L’ultimo episodio di sadomasochismo si è verificato grazie una associazione dei consumatori che ha chiesto la testa della Dandini e la chiusura di Rainews24. Non si capisce il nesso. Forse si annoiavano e non avendo più l’età per andare in giro a suonare ai citofoni, hanno mandato un comunicato alle agenzie di stampa.

Non importa che Dandini lavori su Rai Tre, la stessa rete che ha inventato un famoso programma dedicato alla difesa dei consumatori, nato molto prima che prendessero forma in Italia le associazioni dei consumatori. Non importa nemmeno che Rainews24 sia una testata giornalistica: chiedere la chiusura di un giornale non è esattamente il massimo esercizio della democrazia, per cui non si capisce che vantaggio ne avrebbe chi si dichiara paladino dei diritti dei cittadini.

Fatto sta che l’aria che tira è scema. Il sadomasochismo dilaga. Che fa quell’igenista dentale promossa consigliera regionale per meriti non esattamente politici? Ti va in giro per il centro di Milano con su scritto sulla t- shirt: “senza sono meglio”. Proprio quello che ci vuole per dimostrare di essere un amministratore pubblico serio e competente.

Massimo D’Alema se ne esce con una castroneria sullo nozze gay, tanto per dimostrare che il Paese è pronto a essere governato da un centrosinistra moderno, all’altezza delle aspettative di Paesi evoluti come la Germania, tanto per citarne uno molto evocato in questi frangenti di crisi del debito.

A proposito di crisi, succede che qualche giorno fa il cardinale Bagnasco, quello che indossa la papalina come se fosse un elmetto, dice che è uno scandalo evadere le tasse. Apriti cielo, una bella gaffe, tanto per ricordare a tutti i privilegi fiscali regalati al Vaticano dal governo in carica.

Tra i sadomasochisti più famosi del momento, ecco il ministro Tremonti, che contro la Cina ci ha pure scritto un libro, darsi da fare per appioppare a Pechino qualche tonnellata di nostri titoli di Stato, scoprendo che a quelli importa un fico, interessano invece Eni, Enel e Finmeccanica. Con buona pace della Lega.

E poi c’è lui, il sadomasochista per antonomasia: va in Europa a spiegare una manovra finanziaria che l’Europa gli aveva dettato, parola per parola. Con un guizzo di autolesionismo politico, a Bruxelles sproloquia contro l’opposizione italiana, parlando senza traduzione simultanea: quando glielo si fa notare, dice che l’importante è che abbiano capito i giornalisti italiani presenti. Un comportamento un tantinello strambo, studiato appositamente per ottenere l’effetto contrario: cioè la conferma dell’incapacità conclamata di gestire la crisi, come sospettato da tempo dalle cancellerie, dalle banche e dai mercati finanziari.

Ma i veri, autentici e incalliti sadomasochisti sono gli italiani. Gli è arrivata addosso la peggiore, iniqua, inutile, dannosa manovra finanziaria della storia repubblicana, ma non se ne sono ancora resi conto: stanno lì che aspettano che siano i giudici a sputtanare (mai parola fu più appropriata) il capo del governo.

Come fossero semplici spettatori del B movie più noioso e ripetitivo mai realizzato, assistono passivi alla fine ignominiosa del berlusconismo come si trattasse di un reality show che non riesce ad arrivare all’ultima puntata. Beh, buona giornata.

Share this nice post:
Share this nice post:
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Share

Rispondi


Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: