Puniti e impuniti.

Una legge sul conflitto di interessi serve ma “credo che debba essere messa da parte ogni volontà punitiva”. Così arrivando a Telese Terme, nel terzo giorno della festa dei Popolari Udeur, il presidente del Senato Franco Marini risponde ai giornalisti dopo che ieri sera era già stato affrontato dal premier, Romano Prodi, il tema del conflitto di interessi.

“Credo che debba essere messa da parte ogni volontà punitiva perché le leggi dello Stato non si fanno per punire ma per risolvere i problemi”. Per il presidente del Senato “il problema di avere un quadro più preciso e magari con un confronto molto serio rispetto al rapporto comunicazione e politica e quindi dei conflitti che possono sorgere è una necessità”.

Guardi, caro presidente che se c’è qualcuno che è stato punito dal conflitto d’interessi sono i cittadini, i telespettatori italiani, la stessa reputazione della nostra democrazia agli occhi del mondo.

Le vendette le teme chi ha goduto di impunità e fatto dell’impudenza il proprio stile, imprenditoriale e politico.

Sono i satrapi del mercato che hanno messo le mani nella politica a temere le regole democratiche.

Il compito da svolgere è semplice: rimettere a posto le lancette dell’orologio del pluralismo dell’informazione, della libertà creativa nelle tv, nei giornali. Stiamo aspettando e non abbiamo più molta pazienza. Beh, buona giornata.

Share this nice post:
Share this nice post:
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Share

2 risposte a “Puniti e impuniti.”

  1. zzz ha detto:

    ZERO COMMENTI !!!

    IL BLOG MUORE !!!

  2. Cesare ha detto:

    Sono daccordo,il conflitto di interessi ,anche per i politici,deve essre fatto da IERI,e non guardare in faccia a nessuno,mentre in molti di noi,si fanno abbagliare dal lusso e/o da persona autorevoli,mentre bisogna guardare in faccia alla realtà,senza sapere chi sia colui a cui viene proibito una attività,anche politica,e il conflitto di interessi vale anche per tutti e tutte le attività,basta aricchirsi alle spalle dello Stato e a scapito di noi cittadini.

Rispondi


Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: