Articoli per il mese dicembre, 2010
Anche per il presidente Napolitano non è facile fare auguri spensierati di buon Anno Nuovo.

Il testo integrale del messaggio di fine anno di GIORGIO NAPOLITANO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA- (fonte: lastampa.it) Buona sera e Buon Anno a voi tutti, italiane e italiani di ogni generazione. Non vi stupirete, credo, se dedico questo messaggio soprattutto ai più giovani tra noi, che vedono avvicinarsi il tempo delle scelte e cercano un’occupazione, cercano […]

Share
Quest’anno, niente auguri di Buon Anno nuovo.

La vicenda della non concessione dell’estradizione a Cesare Battisti, chiude un anno di incapacità, gaffes e cialtronerie in politica estera del governo Berlusconi. Scrive Benedetta Tobagi, su Repubblica di oggi, 31 dicembre: ” La pagina nera della gestione vergognosa di questa vicenda di estradizione va ad aggiungersi alle gaffes collezionate dal premier Silvio Berlusconi all’estero, […]

Share
Sulla vicenda Fiat, il Partito democratico non sa che pesci pigliare. Forse ha deciso che “certi diritti non possiamo più permetterceli”. Lo aveva detto Tremonti e sostenuto Bonanni. Adesso lo ammette anche il principale partito d’opposizione. Che ha deciso di cambiare ragione sociale: basta opposizione, solo qualche obiezione.

Un documento varato al termine della riunione delle segreterie del Pd piemontese e del Pd torinese con il responsabile dell’Economia e del Lavoro della segreteria nazionale del partito Stefano Fassina parla di investimenti “preziosi e irrinunciabili” ma anche di “strappi ingiustificabili sulle regole”. “L’accordo su Mirafiori come l’accordo su Pomigliano – si legge ancora – […]

Share
Marchionne porta l’Italia all’avanguardia della scienza e della tecnica. Infatti in Fiat dal dicembre del 2011 a Pomigliano si produrrà un modello di auto assolutamente innovativo: la Nuova Panda. Mica cazzi.

A Pomigliano a partire dal dicembre del prossimo anno sarà prodotta la nuova Panda. Esulta il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi. “La firma – è il suo commento – consolida l’investimento promesso, e già avviato, mentre migliora le condizioni retributive e le potenzialità di progressione reddituale e professionale dei lavoratori. Il Governo ha fatto la […]

Share
Lavoratori, Bonanni a tutti.

Bonanni rivendica la firma dell’accordo Fiat. Secondo il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, “il Sud ha bisogno come il pane di accordi come quello di Pomigliano. Mentre un sindacato minoritario pensa solo al conflitto e ad organizzare scioperi, tutti gli altri sindacati pensano a come far uscire i lavoratori e le loro famiglie dalla […]

Share
Non dite a Antonio Gramsci che il portavoce della Federazione della Sinistra non si ricorda dei pastori sardi.

Oliviero Diliberto (Cagliari, 13 ottobre 1956) è un politico, giurista e docente italiano. Attualmente ricopre il ruolo di Portavoce Nazionale della FdS ed è segretario nazionale del PdCI che ne fa parte. Con un passato prima nel Partito Comunista Italiano e poi nel PRC. Oggi non era a Civitavecchia, dove la polizia ha prima caricato […]

Share
A che servono i deputati del centro-sinistra?

Le lotte contro l’arroganza del potere del governo Berlusconi insorgono in tutta Italia. Studenti, precari, operai, cassaintegrati, cittadini contro la munnezza, ma anche contro i tagli alla sanità e agli asili nido, ma anche i pendolari. E poi gli eroici pastori sardi. Senza contare gli agenti di polizia e gli opertori della sicurezza, in lotta […]

Share
La protesta dei pastori sardi ricorda a tutti che la Sardegna non è solo la villa di Berlusconi, la villa di Lele Mora e neppure solo il locale notturno di Briatore. E ricorda a Bossi che è troppo facile fare il furbo con le quote latte dei produttori “padani”. E ricorda a tutti che in Italia in lotta contro il governo ci sono studenti, operai, precari, cittadini vittime della munnezza, ma anche i pastori. Chi non si fa pecora il lupo non se lo mangia.

(fonti: repubblica.it; ansa.it) Scontri fra allevatori sardi e polizia al porto di Civitavecchia. Circa duecento membri del Movimento Pastori Sardi sono sbarcati questa mattina all’alba, decisi a compiere un blitz nella capitale. Ma ad attenderli hanno trovato un presidio delle forze dell’ordine che ha impedito loro di salire sui pullman che li stavano aspettando per […]

Share
La giunta Alemanno e la “fascistopoli” romana: al signor Riccardo Pacifici non viene in mente di aver frequentato “politicamente” pessime compagnie, e male esserne stato infine ripagato?

La “fascistopoli” dell’Atac e dintorni, grazie al metodo di governo del sindaco Alemanno ha fatto venire fuori non solo rigurgiti di clientelismo degni della peggiore Democrazia Cristiana (da Petrucci a Giubilo, passando per lo Squalo, il Luparetta e compagnia cantando), ma anche la schiumetta dei fascistelli attempati, che collocati nelle aziende municipalizzate si credono ancora […]

Share
Sacconi è un ministro che fa rima con Berlusconi, un economista della paghetta o semplicemente un disertore della vanga?

Una delle cause della disoccupazione giovanile in Italia? Avere ‘cattivi maestri’ e ‘cattivi genitori’. Lo sostiene il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, secondo cui è necessario rivalutare il “lavoro manuale, l’istruzione tecnica e professionale evitando che una scelta liceale sia fatta per sola convenzione sociale e magari non vedendo che un govane ha l’intelligenza nelle […]

Share
Accordo di Mirafiori: alla Fiat tornano i sindacati gialli, urge lo sciopero generale contro i “padroni” e il governo dei “padrini”.

“E’ vero che l’accordo di Mirafiori è storico – dice Giorgio Cremaschi, presidente del Comitato centrale della Fiom – ha un solo precedente: il 2 ottobre 1925 quando Mussolini, la Confindustria e i sindacati fascisti e nazionalisti sottoscrissero l’abolizione delle commissioni interne. Oggi Marchionne Cisl e Uil aboliscono in Fiat e Mirafiori le Rsu e […]

Share
Berlusconi fa finta di tenere botta, perché s’aspetta botte e a paura dei botti.

“Mi hanno accusato di tutto, dalle stragi alla mafia, alla corruzione: di tutto. Non c’è nulla da cui io sia stato lasciato esente. Ma io tengo botta” ha replicato il presidente del Consiglio. “Tu mi capisci perché anche tu sei vittima – ha continuato Berlusconi con evidente riferimento alle vicende giudiziarie di don Gelmini – […]

Share
Buon Natale agli italiani vittime dell’Italia delle bugie, bugie grosse come il ponte sulla Stretto di Messina.

FS, incubo di Natale sull’intercity- repubblica.it Sette ore e mezza senza WC. Partiti da Milano alle 7:05 di questa mattina e diretti a Reggio Calabria, i viaggiatori dell’Intercity 1589 si sono ritrovati su un convoglio privo di bagni agibili. Solo a Roma e a Formia il treno ha sostato per quasi un’ora per permettere loro […]

Share
L’adolescenza molesta del piccolo satapro col cerone.

Il bamboccione al potere, di Marco Bracconi-repubblica.it Chiunque abbia cresciuto dei figli sa che c’è una età in cui la colpa è sempre di qualcun altro. Se si va male a scuola è perché il professore è stronzo, se si perde la partita è colpa dell’arbitro cornuto, se si va a sbattere col motorino è […]

Share
Quando parla il Capo dello Stato, il capo del Governo dovrebbe levarsi il cerone dalle orecchie.

“Resta prerogativa del capo dello Stato sancire l’impossibilità di completare la legislatura parlamentare e quindi sciogliere le Camere”. Giorgio Napolitano, Capo dello Stato, dixit. Beh, buona giornata. Tweet This Post

Share
Un celerino scrive agli studenti: «Siamo con voi. Se siamo in piazza è per consertivi che il vostro diritto di manifestare sia rispettato». Gasparri, Alemanno, Mantovano e Maroni: il Daspo dovrebbe essere dato a voi.

(da ilmessaggero.it) «Siamo con voi. Se siamo in piazza è per consertivi che il vostro diritto di manifestare sia rispettato». È quanto scrive Maurizio Cudicio, un poliziotto della questura di Trieste, in una lettera aperta agli studenti che «che mercoledì andranno in piazza». «Io poliziotto, sono figlio e padre, e quando finisco di lavorare torno […]

Share
Avviso agli uomini della polizia italiana: e se i black block fossero nel governo?

(fonte: repubblica.it) Il rapporto italiano sulla morte di Nicola Calipari in Iraq, almeno nella parte che definiva l’uccisione del funzionario dei servizi da parte di un posto di blocco americano come “non intenzionale”, era costruito “specificatamente” per evitare ulteriori inchieste della magistratura italiana. Lo si legge in un cable siglato dall’ambasciatore Usa a Roma, Mel […]

Share
Poliziotti incazzati col Governo, circondano la villa di Berlusconi ad Arcore.

(fonte: corriere.it) Duecento poliziotti sono tornati sotto Villa San Martino (la villa di Berlusconi di Arcore) per protestare contro il governo che «da due anni e mezzo non mantiene gli impegni». «Il pacchetto sicurezza è stato convertito in legge, ma purtroppo il nostro emendamento è stato ritirato: permangono quindi i disagi e i tagli alla […]

Share
Il 10 per cento possiede il 45 per cento della ricchezza. In Sudamerica? No, nell’Italia di Berlusconi.

Il 45% della ricchezza complessiva delle famiglie italiane alla fine del 2008 è in mano al 10% delle famiglie. E’ uno dei dati contenuti nel rapporto su “La Ricchezza delle famiglie italiane” elaborato dalla Banca d’Italia. La metà delle famiglie italiane, quelle a basso reddito, detiene solo il 10% della ricchezza complessiva. E’ il neoliberismo, […]

Share
Job gap.

(fonte: blitzquotidiano.it) Segnali di ripresa troppo timidi, aziende scoraggiate dalla crisi. Il risultato? Il 2011 non sarà ancora l’anno della ripresa dell’occupazione. Gli economisti lo chiamano “job gap”, una lacuna del mercato del lavoro che si è aperta con la crisi e che ancora non si chiude. Come scrive il Sole 24 Ore: “Secondo le […]

Share
È la mancanza di una visione netta da parte della sinistra, che non le dà forza dialettica.

di Alexander Stille-http://stille.blogautore.repubblica.it/2010/12/19/centrosinistra-che-non-combatte/?ref=HREC1-1 La recente vittoria dei repubblicani nell’imporre il taglio delle tasse ai ceti economici più ricchi degli Stati Uniti ha fatto scattare una riflessione più generale. Come mai la destra americana era disposta a combattere strenuamente e a rischiare parecchio per difendere gli interessi del 2% del paese, mentre i democratici non erano […]

Share
La rabbia sociale: un monito alle politiche del Governo e alle alchimie dell’opposizione.

Non si capiscono le cose se le si guardano con gli occhi del vorrei dire, ma non posso. Il 14 dicembre a Roma c’ entra niente con gli scontri di piazza del ’77. A quella stagione di furore, per esempio, il governo Andreotti, chiedendo un prestito di ventimila miliardi di vecchie lire seppe dare una […]

Share
Daspo alle manifestazioni politiche:” il bello delle trovate reazionarie sta proprio lì: che vengano sparate nonostante la loro enormità, anzi, grazie alla loro assurdità.”

Il permesso di manifestare, di ADRIANO SOFRI-repubblica.it IL GOVERNO annuncia un pugno più duro con le manifestazioni politiche, a cominciare dalle prossime degli studenti e degli universitari. Il governo non si risparmia. Fa le veci del Parlamento. Fa le veci della magistratura, si impegna all’unisono, interni e giustizia, a spiegarle che i ragazzi fermati vanno […]

Share
Gli scontri del 14 dicembre a Roma: “In troppi hanno visto black bloc che non c’erano”.

di CORRADO ZUNINO-repubblica.it È il governo ad alzare le barricate, questa volta. E loro, quelli del movimento studentesco, questa volta eviteranno lo scontro: “Li sorprenderemo”. L’esecutivo si appresta a battezzare il Daspo per gli studenti che restano impigliati nei fermi della celere: universitari come gli ultras. E il ministro Roberto Maroni per martedì prossimo prospetta […]

Share

Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: