Ancora tu, Mariuolo?

da ilmessaggero.it

MILANO (31 marzo) – Mario Chiesa, l’uomo che con il suo arresto fece partire Tangentopoli, è uno dei dieci destinatari dei provvedimenti restrittivi emessi dalla magistratura di Busto Arsizio per un vasto traffico di rifiuti.

Chiesa, milanese, 65 anni, è considerato dagli inquirenti il collettore delle tangenti nella gestione del traffico illecito di rifiuti. L’ex presidente del Pio Albergo Trivulzio, secondo gli investigatori è l’uomo del 10%.

Il nome di Chiesa è fortemente legato all’inchiesta di Mani Pulite della magistratura di Milano degli anni ’90: è con il suo arresto, avvenuto il 17 gennaio 1992, fatto in flagranza di reato subito dopo avere intascato una busta con sette milioni di lire, una rata di quella che doveva essere la tangente per concedere l’appalto a una impresa di pulizia, che è iniziata la più nota inchiesta di Tangentopoli.

L’arresto di Chiesa fece emergere un vasto retroscena di concussione e corruzioni a largo raggio che ha poi coinvolti numerosi esponenti della politica, della finanza e dell’imprenditoria.

Complessivamente sono 27, tra cui Mario Chiesa, altre sette persone finite in carcere e due ai domiciliari, gli indagati nell’operazione “Rewind”. Nell’ambito dell’inchiesta sono state operate anche 28 perquisizioni che hanno visto impegnati circa 150 uomini anche dei comandi provinciali di Milano, Brescia, Como, Alessandria, Pavia e Varese. Sono stati sequestrati beni per circa 50 milioni di euro mentre il volume di affari illecito è stato stimato in due milioni di euro.

Le accuse sono di truffa aggravata, falso, corruzione, turbativa d’asta. Accuse che si collocano nel contesto dell’associazione a delinquere. «No, non siamo a tangentopoli – ha spiegato il procuratore di Busto Arsizio, Francesco Dettori -, anche se si tratta di un fenomeno grave». Dettori ha definito Mario Chiesa «colui che ha vinto gli appalti a Voghera e Rho in virtù delle conoscenze che si era fatto nel tempo».

Un episodio emblematico è quello di Voghera dove Chiesa è riuscito a far annullare una gara «che era già stata vinta da un’altra azienda ed è riuscito a far vincere l’appalto alla Sem». Si tratta della Servizi Ecologici Milano Srl, con sede a Milano e in cui, pur senza comparire, Mario Chiesa operava, in stretto collegamento con la “Solarese srl”, un’azienda di Solaro, nel milanese, i cui titolari, tre fratelli, sono stati arrestati e della quale sono stati sequestrati i mezzi e gli impianti. (Beh, buona giornata).

Share this nice post:
Share this nice post:
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Share

Rispondi


Share
Archivio
Tematiche
Cerca
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: